loader image

Le affinità sul piano dei principi progettuali tra sistemi di gestione cogenti e volontari (Es 231, GDPR, ISO 9001, 27001, 45001, etc)

COD: 3-3-1-1-1-1-1-1-1-2-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-2-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-1-2-1-1-1 Categoria:

Descrizione

Descrizione Corso

Le affinità sul piano dei principi progettuali tra sistemi di gestione cogenti e volontari (Es 231, GDPR, ISO 9001, 27001, 45001, etc).

Requisiti

Compliance officer, giuristi d’impresa, membri del’ODV, RSPP, ASPP, HSE Manager, dirigenti, consulenti aziendali, avvocati, esperti in sistemi di gestione, commercialisti, consulenti del lavoro, ingegneri gestionali, studenti, dipendenti addetti alle risorse umane o alla compliance. Non sono previsti requisiti specifici.

Durata e partecipanti

8/16 ore
n. minimo allievi: 6
n. massimo allievi: 15

Obiettivi

Il corso punta all’analisi dei principi generali in tema di compliance. Nello specifico l’attività formativa, prendendo in esame anche gli aspetti di scienza dell’organizzazione aziendale e, quindi, di definizione del fenomeno aziendale come ‘contesto’ operante all’interno di un ‘ambiente’, si focalizza sui processi e sulle funzioni riportando tale metodologia universale di lettura dell’impresa sia all’ambito dei sistemi cogenti che a quelli volontari. Successivamente si guarda alla fase fondamentale della mappatura dei processi e delle ‘situazioni di rischio’ alla quale segue l’attività di valutazione del rischio. Da ultimo si fa luce sulle principali differenze tra i sistemi cogenti e volontari e sulle metodiche necessarie per la loro integrazione.

Certificato/attestato

Attestato di frequenza

Didattica

Metodologia

La formazione sarà erogata con lezioni frontali in aula o in FAD in modalità sincrona. La fase teorica sarà costantemente accompagnata da esercitazioni, casi pratici di studio e simulazioni.

Dotazioni

Dispense in formato digitale.

Valutazione

Prova pratica

Esame

Programma del Corso

  • Le differenze tra sistemi di gestione cogenti e sistemi organizzativi volontari.
  • Le definizioni di ‘ambiente’ e di ‘contesto’ secondo la scienza dell’organizzazione.
  • La ‘perimetrazione’ del contesto interno ed esterno ove applicare il sistema di gestione.
  • Le metodologie di mappatura dei processi aziendali.
  • Le metodologie di individuazione e descrizione di una cd “situazione di rischio”.
  • La valutazione del rischio secondo la ISO 31000 e 31010.
  • Differenze tra sistemi cogenti (es: 231, GDPR) e sistemi volontari (es: ISO 37001,27001)
  • Ideazione ed attuazione delle misure adeguate alla gestione del rischio.
  • Il ruolo del compliance officer.
  • Conclusioni.

Per informazioni

Per maggiori informazioni sul corso compila il form di contatto sottostante, oppure contattaci al numero 06/5041786.

    Call Now ButtonCHIAMA ORA